Un pianeta speciale

Quest’anno il Parco racconta il Natale di uno scrittore per bambini  ed augura  a tutti quelli della sua  comunità ed alle loro  famiglie di trovare sotto l’albero il loro pianeta speciale.

festasottoalbero2
Dove sono i bambini che non hanno
L´albero di Natale
Con la neve d´argento, i lumini
E i frutti di cioccolata?
Presto, presto, adunata, si va
Nel Pianeta degli alberi di Natale,
io so dove sta.Che strano, beato pianeta…
Qui è Natale ogni giorno.
Ma guardatevi attorno:
gli alberi della foresta,
illuminati a festa,
sono carichi di doni.

Crescono sulle siepi i panettoni,
i platani del viale
sono platani di Natale.
Perfino l´ortica,
non punge mica,
ma tiene su ogni foglia
un campanello d´argento
che si dondola al vento.

In piazza c´è il mercato dei balocchi.
Un mercato coi fiocchi,
ad ogni banco lasceresti gli occhi.
E non si paga niente, tutto gratis.
Osservi, scegli, prendi e te ne vai.
Anzi, anzi, il padrone
Ti fa l´inchino e dice: ” Grazie assai,
torni ancora domani, per favore:
per me sarà un onore…”

Che belle le vetrine senza vetri!
Senza vetri, s´intende,
così ciascuno prende
quello che più gli piace: e non si passa
mica alla cassa, perché
la cassa non c´è.

Un bel pianeta davvero
Anche se qualcuno insiste
a dire che non esiste…
Ebbene, se non esiste esisterà:
che differenza fa?

(tratto da G. Rodari, Il pianeta degli alberi di Natale)


One thought on “Un pianeta speciale

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.